LA CONGIUNTIVITE ALLERGICA

La congiuntivite allergica è un processo infiammatorio a carico della congiuntiva indotto da un qualsiasi allergene, sia questo una sostanza chimica (es. soluzioni delle lenti a contatto, conservanti dei colliri, detergenti) o naturale (es. pollini, acari, pelo di gatto).

I sintomi sono arrossamento, iperlacrimazione, bruciore, prurito e gonfiore.

Quando si verificano questi sintomi, l’oculista – previa diagnosi – può prescrivere al paziente la terapia adeguata, generalmente antistaminici in collirio o per via orale, colliri anti-infiammatori o corticosteroidei nei casi più severi.

La congiuntivite allergica si può prevenire adottando specifiche misure precauzionali di carattere igienico-comportamentale.

164472_166788343474993_596889127_n

CONSIGLI IN CASO DI ALLERGIE

 ALLERGIA  A POLLINI: COSA FARE

Prove allergologiche per individuare le specifiche allergie.

Individuare le aree geografiche che hanno maggiore concentrazione dei pollini cui si è sensibili.

Individuare i periodi dell’anno che hanno maggiore concentrazione dei pollini  cui si è sensibili.

Durante la fioritura seguire l’andamento della pollinazione: http://www.pollinieallergia.net/bollettino-pollini.php

Ridurre le attività all’aperto in prima mattinata quando solitamente si verifica il picco di polline nell’aria e chiudere le finestre e i finestrini dell’auto.

ALLERGIA ALLA POLVERE ( ACARI):

Gli  acari o dermatofagoidi  sono insetti microscopici che vivono nei nostri materassi, nei cuscini, nelle coperte, trapunte, divani, poltrone, moquette e nei tappeti. Il nutrimento ideale per questi microrganismi è rappresentato da scaglie di cute, residui di cibo, granuli di polline, muffe e piume.

Alcune particelle presenti nelle feci degli acari sono le vere responsabili dell’allergia. Quando inaliamo o entriamo in contatto con queste particelle, inizia una infiammazione nelle mucose nasali, nelle congiuntive, nelle o nella cute, con comparsa di rinite, congiuntivite, asma o dermatite.

ELIMINAZIONE DEGLI ACARI:

L’eliminazione completa degli acari della polvere è quasi impossibile, tuttavia si può cercare di ridurre al massimo la loro concentrazione in casa, seguendo semplici regole:

Materassi e cuscini  devono essere rivestiti con tessuti anti-acaro, permeabili al sudore, e vanno lavati ogni mese alla temperatura di 55-60° C.

Tenere presente che anche i materassi in lattice possono contenere acari.

La base del letto non deve essere “imbottita” poiché arriverebbe a contenere più acari del materasso stesso.

Lavare la biancheria del letto a 55° una  volta alla settimana ed esporre, se possibile, coperte e copriletti al sole. Usare copricoperte in materiale anti-acaro.

Eliminare i peluche e preferire giocattoli in legno, metallo o  plastica in modo da essere facilmente pulibili.

Eliminare dalle stanze, in particolare dalla camera da letto, oggetti che trattengono polvere: tappeti, moquette, tende, carta da parati, soprammobili. E’ consigliabile tenere i libri in una libreria chiusa.

Per le pulizie di casa non usare scopa o spolverino, in quanto mobilizzano la polvere senza eliminarla efficacemente.

Usare aspirapolveri dotati di filtri ad alta efficienza detti HEPA e passare frequentemente un panno umido.

I filtri HEPA (High Efficiency Particulate Air) sono costituiti da fibre sintetiche e cellulosa. Sono in grado di trattenere tutti gli allergeni in quanto fermano particelle fino ad un diametro di 0,3 micron.

Molto utile la pulizia a vapore (100° C) che uccide gli acari e distrugge la particelle fecali responsabili dell’allergia.

Se la casa è dotata di riscaldamento ad aria o di condizionatori  i filtri devono essere puliti accuratamente ogni mese.

Rivestire  i divani e le poltrone con tessuti anti-acaro.

Non aumentare l’umidita’ ambientale che favorisce la crescita degli acari: non usare umidificatori, non stendere la biancheria in casa, dopo aver cucinato o fatto la  doccia è opportuno arieggiare le stanze.

Non fumare! Il fumo passivo o attivo fa aumentare di 3 volte il rischio di allergia.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s